Dance Performance al Mercato di Rialto
Domenica 28 luglio 2019

Coreografia: Alessio Trevisani
Freies Tanz Ensemble Berlin: Mithun Raj Gill, Jonathan Kolski, Maria Ladopoulos, Matteo Magnabosco, Claire Wolff.

Performance di danza contemporanea “Il Corpo del Sale”, ideata in esclusiva dal Freies Tanz Ensemble di Berlino per il Progetto Skrei Convention, nell’ambito del programma comunitario Europa Creativa.
Skrei Convention è un’iniziativa che vede tre Paesi – Italia, Norvegia e Portogallo – impegnati nello sviluppo di una piattaforma online grazie alla quale, partendo dalle antiche rotte commerciali del merluzzo/stoccafisso/Baccalà che per secoli hanno unito il Mare del Nord ai maggiori porti del sud Europa, verrà reso accessibile un archivio digitale incentrato sulla salvaguardia e valorizzazione della tradizione della pesca, trasformazione e consumo di merluzzo, stoccafisso e baccalà. Parallelamente alla piattaforma web (www.skrei.net) si propone tra il 2019 e il 2020 un programma internazionale di artisti in residenza che è iniziato proprio a Venezia, all’interno della storica Pescheria di Rialto con la performance “Il Corpo del Sale”.
L’acqua, il sale, il corpo (considerato come animale, umano e divino) e l’aria (contenuta in un enorme pallone) sono i 4 elementi su cui è stata costruita la struttura della performance. Tali elementi da un lato si riferiscono alla loro capacità di mutare stato e forma della materia di un essere vivente se privato del suo habitat naturale, dall’altro aprono simbolicamente lo spazio per un rituale basato sulla soluzione alchemica tra sale e acqua, tra purificazione ancestrale e scarificazione del corpo. Ogni viaggio per mare aspira a perseguire libertà, conoscenza e forse virtù fin dai tempi di Ulisse, la cui pelle era coperta di sale così come oggi lo è quella di un’umanità in continuo movimento sul mare. Anche la scelta della location non è stata casuale, essendo la Pescheria di Rialto posta sotto quella che un tempo era la dimora di Pietro Querini, il mercante e navigatore veneziano grazie al quale la Repubblica Serenissima nel 1432 scoprì lo stoccafisso e al quale è dedicato il progetto di sviluppo per un nuovo Itinerario Culturale de Consiglio d’Europa: la Via Querinissima.

La performance, organizzata dalla CERS Italia e dall’Associazione Mo.CA. – Modern Contemporary Art con la collaborazione di Wavents Events & Services, Vela spa e di Veritas spa è stata inserita nella rassegna “Le Città in festa” del Comune di Venezia.